Tag:

moto

Aereo, treno, nave, auto, sidecar, moto, bicicletta, gambe. Tappeto volante? Sì, dai. I più fortunati hanno fatto o faranno un viaggio usando tutti questi mezzi. Ai comuni mortali, qualcuno di questi.

Avete fretta di arrivare? Aereo. Volete godervi il paesaggio dal finestrino, come se foste davanti alla tv? Treno. Volete un tragitto romantico? Nave. Probabilmente preferite guidare perché vi rilassa (come a me)? Auto. Viaggio rètro? Sidecar. Viaggio e sport? Bici. Viaggio, sport ed esperienza attiva? Gambe. Viaggio e fiaba? Tappeto volante. Ok, vi sarete accorti che ho saltato la moto. Ah, no? Di moto vorrei parlare qui e ora, e l’impresa è ardita.

Ardita poiché, vi avviso, di meccanica non so nulla. So che la moto mi piace. Ho solo un’unica esperienza di viaggio in moto, familiare, e la ricordo con una sensazione di benessere. Percorsi siciliani in giovane età.

Ecco, la moto è attraente poiché rimanda all’agilità, alla sfida, alla prontezza, alla capacità di adattamento (come anche la bici), al superamento continuo dei limiti, anche di chi la guida, alla comunione con la Natura, alla pausa contemplativa prima del viaggio successivo. Il viaggio in moto, anche quando si è in due o in comitiva, consente di regalarsi un momento privato di raccoglimento.

E a proposito di viaggi in moto, che siano in giro per l’Europa, come pure di gite domenicali nei dintorni, vi suggerisco i filmati di Anto&Nadi, su youtube. Tralascerò di dire che si tratta di mio fratello e di mia cognata. Una delle cose più divertenti è la videocamera agganciata al casco, poiché crea l’illusione di essere in moto, e non davanti a un monitor. Guardateli, sono certa che stuzzicheranno il pilota che è in voi.

Soprattutto il pilota fifone che è in quelli che pensano che 2 ruote siano poche. Bon voyage!

0 commento
7 FacebookTwitterPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponWhatsappTelegramLINEEmail